Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.

TRIAGE duepuntozero

Switch to desktop

Quest'estate la Giordania avrà elezioni parlamentari. Mentre un'elezione innescherà automaticamente lo scioglimento dell'attuale parlamento, il governo dovrebbe dimettersi ora e lasciare che un nuovo governo forte entri alle elezioni. Indipendentemente dal fatto che questo nuovo governo andrà o meno alle elezioni o che parteciperà a lungo termine, la Giordania ha bisogno di un nuovo stile di politica e il cambiamento deve avvenire ora.
Published in Medio Oriente

Jordan: The need for a new start

Lunedì, 24 Febbraio 2020 22:42

In less than three months, the current Parliament will complete its last legislative term, and this might pave the way for a government change. This comes at a time where the economic crisis is impacting harder and frustration spreads among the people. The government must act to counter the discontent spreading amongst the population. But rebuilding trust and credibility is not easy, as it requires deft political skills from people who can recognise and deal with the delicacy of the situation.

Published in Medio Oriente

La politica nell'era del "no alleati"

Lunedì, 16 Dicembre 2019 23:04

Non vi è dubbio che si sta verificando un cambiamento significativo nella condotta della politica internazionale. Le relazioni internazionali sono sempre più basate sull'interesse economico e meno su alleanze e valori ideologici. Ciò sta avendo un impatto globale, ma per un paese come la Giordania, che è totalmente dipendente dai suoi alleati, richiede una revisione urgente della sua posizione e del suo approccio che si basa attualmente sul valore sottostante delle sue alleanze politiche percepite, che si sono chiaramente spostate.

Published in Medio Oriente

“Bisogna lavorare insieme. Tutti. Stati, istituzioni, religioni, culture. Lavorare insieme per lo sviluppo integrale di ogni uomo e di tutto l’uomo”. Lo afferma padre Rifat Bader, 48 anni, sacerdote cattolico di nazionalità giordana, direttore del Catholic Center for Studies and Media in Giordania. Padre Rifat nei giorni scorsi era a Cagliari per partecipare all’incontro “Percorsi, popoli e religioni a confronto” svoltosi alla Mediateca del Mediterraneo.

Published in Medio Oriente

Si è svolto giovedì 28 novembre  presso i locali della MEM – Mediateca del Mediterraneo, la conferenza-seminario dal titolo Percorsi: Popoli e Religioni a confronto.

Per l’occasione si sono confrontati Don Mario Farci (Pontificia Università), Federico Di Leo (Comunità di Sant’Egidio), Padre Refat Michael Yousef Bdour, (direttore del Centro Studi Cattolico in Giordania) e Paola Piroddi, Assessore alla Cultura del Comune di Cagliari.

Published in Italia

Il livello di franchezza nell'evidenziare gli errori professionali di diverse istituzioni è molto evidente nella lettera di Sua Maestà il Re Abdullah al nuovo direttore del General Intelligence Department (GID), il generale Ahmad Husni. Questo è un messaggio chiaro in una situazione eccezionale che richiede questo tipo di approccio non tradizionale.

Published in Medio Oriente

Nuovi tentativi di imporre "accordi regionali"

Lunedì, 25 Febbraio 2019 14:29

Verso l'ultimo anno del suo primo mandato, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump perseguirà un accordo regionale in Medio Oriente, con particolare attenzione alla Palestina. Dall'inizio di questa amministrazione, ci sono state fughe di notizie e voci dalla Casa Bianca sulla "questione del secolo" per il Medio Oriente.

Il primo chiaro segno dell'interesse di questa amministrazione a trovare un accordo scuotendo la situazione fu quello di annunciare il riconoscimento di Gerusalemme come capitale di Israele e che l'ambasciata degli Stati Uniti in Israele sarebbe stata trasferita lì. Si trattava chiaramente di una mossa calcolata, poiché la rabbia e il respingimento di coloro che si opponevano non sembravano esercitare alcuna pressione sull'amministrazione.

Published in Medio Oriente

Le sfide interne ed esterne della Giordania

Lunedì, 11 Febbraio 2019 10:57

I recenti cambiamenti nella politica regionale e nella politica estera dimostrano l'importanza del ruolo regionale della Giordania. Date le tumultuose dinamiche regionali e la complessa crisi economica che affronta la Giordania, dobbiamo trovare nuovi modi per creare opportunità economiche. Tuttavia, qualsiasi ruolo politico regionale sostanziale o creazione di reali opportunità economiche richiede una visione a lungo termine sostanziale e strategica con la comprensione e la capacità di sviluppare e attuare piani a breve, medio e lungo termine. La cooperazione regionale e i progetti transfrontalieri non si concretizzano, richiedono leader intelligenti con visione e piani per navigare nelle dinamiche di situazioni complesse.

Published in Medio Oriente

Giordania: il bisogno di realpolitik

Lunedì, 28 Gennaio 2019 10:42

È diventato chiaro ultimamente che le relazioni giordano-israeliane non sono nella migliore forma. Diversi incidenti e crisi recenti hanno dimostrato una mancanza di coordinamento reciproco o comprensione nelle relazioni bilaterali. Incidenti come la sparatoria di un lavoratore all'interno dell'ambasciata israeliana, prima che l'uccisione di un giudice giordano alla frontiera e le dispute intorno alla posizione giordana in opposizione a Israele all'UNESCO riguardo a Gerusalemme, suggeriscono problemi di comunicazione e coordinamento tra i due paesi.

Published in Medio Oriente

La storia recente ha insegnato molte cose sulle dinamiche dei gruppi terroristici, soprattutto la loro capacità di adattare coerentemente azioni e dottrine innovative per garantirne la sopravvivenza. La loro trasformazione non solo aiuta con la loro persistenza, ma inibisce anche i programmi e le politiche che cercano di dissuaderli.

Il sistema di intelligence della Giordania è il principale potere del paese, specialmente per il ruolo che svolge nell'incontrare le tendenze del terrorismo globale. Per garantire l'efficienza di questo sistema di sicurezza, è sempre importante analizzare le nuove sfide e il loro impatto sugli apparati di sicurezza. Ciò richiede una revisione completa della natura di tutte le sfide, da quelle ideologiche a quelle logistiche.

Published in Medio Oriente
Pagina 1 di 3

Copyright CEOS 2012 - 2015. All rights reserved.

Top Desktop version