Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.

TRIAGE duepuntozero

Switch to desktop

10-01-2022

Un nuovo approccio alle relazioni giordane-israeliane

Rate this item
(3 votes)

La scorsa settimana, il ministro della Difesa israeliano Benny Gantz ha incontrato il re Abdullah II ad Amman. Mentre molti rapporti hanno confermato che c'è stata una precedente riunione segreta lo scorso febbraio, l'incontro della scorsa settimana è arrivato con una dichiarazione ufficiale che delineava che si trattava di una discussione sulla sicurezza e sulle preoccupazioni diplomatiche. Includeva discussioni sulla stabilità nei Territori palestinesi e la possibilità di rilanciare il processo di pace basato sulla soluzione dei due Stati.

La visita pubblica di un funzionario israeliano è un punto di svolta nei legami israeliani giordani. Può anche essere visto come parte di un nuovo approccio dalla Giordania nell'era post-Netanyahu e Gantz è il canale principale. Entrambe le parti hanno recentemente lavorato per migliorare le relazioni. Lo scorso agosto si è svolto un incontro pubblico sul ponte Allenby tra i ministri degli esteri israeliano e giordano.

Prima del suo incontro in Giordania, Gantz ha incontrato il presidente dell'Autorità palestinese Mahmoud Abbas, dove ha dovuto giustificarlo come un incontro per prevenire una guerra con Hamas nell'interesse della protezione dei cittadini israeliani. È interessante osservare questo attivismo politico del ministro della Difesa israeliano, che ha insistito sul fatto che l'incontro con Abbas e altri è importante per la stabilità, la sicurezza e gli interessi di Israele.

La dichiarazione sui colloqui tra Abbas e Gantz non includeva alcuna iniziativa per rilanciare i colloqui di pace, poiché da parte israeliana era limitata alle questioni di sicurezza e stabilità. Questo si allinea con coloro che credono che Abbas non abbia discusso di pace o della visione che la Giordania continua a promuovere per far rivivere i colloqui di pace.

Da una prospettiva giordana, ricostruire le relazioni ufficiali è fondamentale per molte ragioni, ma soprattutto la preoccupazione della Giordania per la Cisgiordania e la politica palestinese. Politicamente, è anche importante che la Giordania si tenga al passo e si impegni per evitare qualsiasi sorpresa tra Israele e Palestina. È importante che la Giordania sia in contatto diretto con entrambe le parti contemporaneamente per garantire la presenza delle visioni e delle priorità giordane sul tavolo, oltre a mantenere la stabilità della Cisgiordania in generale, poiché le cose potrebbero riscaldarsi in Cisgiordania o nella regione. In effetti, il Partito Blu e Bianco di Gantz vede che il suo compito è quello di garantire che l'IDF sia pronta per la guerra, ma come statista il suo compito è prevenire la guerra.

La fase post Netanyahu ha chiaramente creato una migliore atmosfera di comunicazione a livello ufficiale tra Giordania e Israele. Questo arriva in un momento in cui l'Autorità palestinese appare debole e sta affrontando gravi sfide interne. Allo stesso tempo, qualsiasi escalation con Hamas potrebbe mettere a rischio il destino di questo governo israeliano e su scala più ampia un'escalation con l'Iran creerà le proprie sfide. La Giordania è ben posizionata per sfruttare queste pressioni per promuovere la sua agenda e proteggere i suoi interessi.

Amer Al Sabaileh

International Public Relation, Goverment Sector, Business and Human Develpoment, Strategic Analysis.

Member of the teaching staff department of the European languages and Studies University of Jordan – Amman.

Doctorate, Italian Studies University of Pisa “ Arabic and Islamic influence on the other’ s life concepts in the Mediterranean area in the medieval age.

Peace Building and Reconciliation University of Coventry, UK

Master’s degree, Education to peace , International Co – operation, Human Rights and the Politics of the European Union.

Bachelor’s degree-higher diploma, Italian and English literature-Douple Major.

Website: amersabaileh.blogspot.com
FaLang translation system by Faboba

Copyright CEOS 2012 - 2015. All rights reserved.

Top Desktop version