Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.

TRIAGE duepuntozero

Switch to desktop

Amer Al Sabaileh

Amer Al Sabaileh

International Public Relation, Goverment Sector, Business and Human Develpoment, Strategic Analysis.

Member of the teaching staff department of the European languages and Studies University of Jordan – Amman.

Doctorate, Italian Studies University of Pisa “ Arabic and Islamic influence on the other’ s life concepts in the Mediterranean area in the medieval age.

Peace Building and Reconciliation University of Coventry, UK

Master’s degree, Education to peace , International Co – operation, Human Rights and the Politics of the European Union.

Bachelor’s degree-higher diploma, Italian and English literature-Douple Major.

Website URL: http://amersabaileh.blogspot.com

La storia recente ha insegnato molte cose sulle dinamiche dei gruppi terroristici, soprattutto la loro capacità di adattare coerentemente azioni e dottrine innovative per garantirne la sopravvivenza. La loro trasformazione non solo aiuta con la loro persistenza, ma inibisce anche i programmi e le politiche che cercano di dissuaderli.

Il sistema di intelligence della Giordania è il principale potere del paese, specialmente per il ruolo che svolge nell'incontrare le tendenze del terrorismo globale. Per garantire l'efficienza di questo sistema di sicurezza, è sempre importante analizzare le nuove sfide e il loro impatto sugli apparati di sicurezza. Ciò richiede una revisione completa della natura di tutte le sfide, da quelle ideologiche a quelle logistiche.

Siria - il punto focale nel circolo della confusione

Lunedì, 14 Gennaio 2019 20:57 Published in Medio Oriente

L'amministrazione del presidente degli Stati Uniti Donald Trump sembra avere una nuova strategia per il Medio Oriente, che è iniziata con l'annuncio del ritiro degli Stati Uniti dalla Siria. Questa mossa iniziale è stata interpretata come una luce verde per la Turchia per sostituire la presenza americana in Siria, ed è stata vista anche come un modo per ridurre le tensioni che si erano sviluppate tra gli Stati Uniti e la Turchia, che avevano avuto effetti negativi sull'economia turca.

Le tensioni hanno anche innescato una serie di eventi che hanno spinto la Turchia più vicino alla Russia, al punto da considerare l'installazione di missili di difesa russi, contrariamente agli interessi della NATO. La Turchia comprende che non può essere vicina sia agli Stati Uniti che alla Russia, quindi questa mossa dell'amministrazione statunitense è di normalizzare le relazioni con la Turchia, costringendole a fare un passo indietro dal miglioramento delle relazioni con la Russia e l'Iran.

Stiamo andando nella giusta direzione per un futuro migliore? Questa è la domanda più frequente fatta oggi dalla maggior parte dei giordani. Sfortunatamente, gli indicatori socioeconomici non lasciano molto spazio all'ottimismo. Il debito pubblico e il deficit di bilancio stanno aumentando rapidamente, accompagnati da storie su come vengono spesi i soldi pubblici e chi è responsabile. Mentre stiamo raggiungendo il 100 ° anniversario della fondazione della Giordania nella sua attuale entità politica, la revisione a tutti i livelli sembra essere d'obbligo.

Per contrastare il rischio di frammentazione sociale

Lunedì, 17 Dicembre 2018 21:38 Published in Medio Oriente

Nel 2012, ho pubblicato un documento accademico dal titolo "Between Sanctity and Liberty", che ha esplorato i conflitti e le contraddizioni tra i concetti di libertà e tabù religiosi e il loro potenziale impatto sugli individui e sulla stabilità sociale. Dopo l'assassinio dello scrittore giordano Nahed Hattar nel settembre 2016, questo problema è diventato particolarmente sensibile e ha richiesto un cambiamento nel modo in cui le autorità si sono avvicinate.

Nahed Hattar è stato assassinato per aver condiviso un fumetto considerato offensivo ai valori islamici sui social media. L'approccio del governo era quello di accusare Hattar del crimine di incitare "conflitti settari e razzismo" in violazione dell'articolo 150 del Codice penale giordano, che punisce ogni forma di discorso che spinge pregiudizi settari o razziali o incita al conflitto tra diverse sette. È stato anche accusato di aver violato l'articolo 278 del Codice penale giordano, che proibisce la pubblicazione di qualsiasi materiale stampato, immagine o disegno destinato a offendere le credenze religiose. Hattar è stato detenuto per una settimana dopo le accuse penali. Dato che Hattar era un cristiano, questo approccio ha inquadrato l'intera faccenda come un conflitto tra cristiani e musulmani.

FaLang translation system by Faboba

Copyright CEOS 2012 - 2015. All rights reserved.

Top Desktop version