Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.

TRIAGE duepuntozero

Switch to desktop

Amer Al Sabaileh

Amer Al Sabaileh

International Public Relation, Goverment Sector, Business and Human Develpoment, Strategic Analysis.

Member of the teaching staff department of the European languages and Studies University of Jordan – Amman.

Doctorate, Italian Studies University of Pisa “ Arabic and Islamic influence on the other’ s life concepts in the Mediterranean area in the medieval age.

Peace Building and Reconciliation University of Coventry, UK

Master’s degree, Education to peace , International Co – operation, Human Rights and the Politics of the European Union.

Bachelor’s degree-higher diploma, Italian and English literature-Douple Major.

Website URL: http://amersabaileh.blogspot.com

Mentre il mondo sta attraversando una nuova fase della pandemia caratterizzata da un progressivo ritorno alla attività sociali e con un incremento percentuale sostanziale delle persone che si sono vaccinate, è bene ricordare che nonostante l’innegabile fatto che la pandemia sia stata al centro dei pensieri dei cittadini e dei governi, essa non è il solo problema esistente: è infatti fondamentale capire che ci sono numerose sfide e rischi davanti a noi.

Ad oggi i governi stanno affrontando un compito difficile in questo complesso panorama post-pandemia. Lo scenario include potenziali problemi sociali, economici, politici e di sicurezza. La disoccupazione, le difficoltà economiche, la frustrazione socio-politica, solo per citare alcuni fattori, potrebbero facilmente svilupparsi e scatenare condizioni sociali di difficile gestione in un momento in cui alcuni governi hanno poco da offrire ai propri cittadini per contrastare questi problemi difficili e dalle mille sfaccettature.

Sfruttare il consenso sulla lotta al terrorismo

Martedì, 06 Luglio 2021 08:53 Published in Italia

C'è un grande simbolismo nell'incontro di questa settimana a Roma dei ministri della Global Coalition to Defeat Daesh, che si riuniscono di persona dopo due anni. La rifocalizzazione sulla lotta al terrorismo riporta indietro le priorità e mette da parte le controversie politiche, offrendo anche l'opportunità di rimodellare le coalizioni politiche.

Recentemente si sono verificati vari episodi di scontro indiretto tra Iran e Israele. Questi semi-scontri mostrano il desiderio di entrambi di non avere uno scontro aperto, tuttavia il numero di incidenti e attacchi sta aumentando prendendo una nuova dimensione con l'incidente nella centrale nucleare iraniana di Natanz.

Ci sono vari segnali nei paesi arabi del potenziale di turbolenze politiche. Le potenziali rivolte non sono più una sorpresa, ma la situazione attuale dovrebbe sollevare preoccupazioni politiche e di sicurezza in tutti gli stati della regione.

Più di 10 anni dopo l'inizio delle rivolte della Primavera araba, dove le questioni di fondo all'interno dei paesi arabi sono state rivelate senza mezzi termini, non c'è stato un vero approccio per gestire il cambiamento o offrire soluzioni. C'è una netta mancanza di anticipazione di ciò che è necessario e quasi nessuna misura proattiva per affrontare i problemi. La riforma politica è necessaria e non a lungo termine, ma ora.

Per un paese come la Giordania, quest'anno segna 100 anni dalla fondazione del paese. La Giordania ha affrontato diversi momenti critici, difficoltà e sfide. Ci sono stati periodi promettenti in cui il cambiamento è stato adottato per gestire le situazioni in via di sviluppo. Nel 1989, a seguito della rivolta di aprile, fu trovata la volontà politica di risolvere i problemi di fondo, non solo da un punto di vista economico, ma una visione molto più ampia basata sull'inclusione politica e sul miglioramento del processo democratico. Nell'ultimo decennio abbiamo anche assistito ad alcuni tentativi di attuare emendamenti costituzionali e aumentare la trasparenza della politica nel paese.

FaLang translation system by Faboba

Copyright CEOS 2012 - 2015. All rights reserved.

Top Desktop version