Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.

TRIAGE duepuntozero

Switch to desktop

Amer Al Sabaileh

Amer Al Sabaileh

International Public Relation, Goverment Sector, Business and Human Develpoment, Strategic Analysis.

Member of the teaching staff department of the European languages and Studies University of Jordan – Amman.

Doctorate, Italian Studies University of Pisa “ Arabic and Islamic influence on the other’ s life concepts in the Mediterranean area in the medieval age.

Peace Building and Reconciliation University of Coventry, UK

Master’s degree, Education to peace , International Co – operation, Human Rights and the Politics of the European Union.

Bachelor’s degree-higher diploma, Italian and English literature-Douple Major.

Website URL: http://amersabaileh.blogspot.com

Sarebbe facile cacciare l'Iran fuori dalla Siria?

Martedì, 29 Maggio 2018 16:03 Published in Medio Oriente

Dopo l'annuncio americano di 12 richieste per l'Iran, la relazione bilaterale si è spostata su una posizione più aggressiva, con una netta possibilità di scoppio violento. La richiesta americana all'Iran di ritirare i suoi gruppi militari e alleati dalla Siria potrebbe essere un fattore scatenante per l'escalation in quanto un ritiro iraniano dalla Siria sarebbe estremamente difficile dopo così tanti anni. Inoltre, il disprezzo da parte dell'Iran per la richiesta di fermare organizzazioni di finanziamento come Hamas, la Jihad islamica e Hezbollah provocherà maggiori sanzioni nei confronti dell'Iran, sia a livello politico che finanziario.

I rischi e le opzioni regionali della Giordania

Mercoledì, 11 Aprile 2018 21:32 Published in Medio Oriente

L'attuale caos in Medio Oriente ha creato un bisogno di realismo nella valutazione di nuove strategie e tattiche per i paesi della regione, e abbiamo visto diversi paesi rivedere il loro approccio alle politiche e alleanze regionali. Il panorama politico giordano ha subito un cambiamento significativo con l'annuncio del presidente degli Stati Uniti Donald Trump di spostare l'ambasciata degli Stati Uniti a Gerusalemme come parte del riconoscimento della città come capitale di Israele. Questa politica offre alla Giordania l'opportunità di ricostruire alleanze basate sul pragmatismo e l'obiettività per preservare gli interessi giordani. La Giordania dovrebbe adottare una diplomazia flessibile che eviti il conflitto con i suoi alleati, specialmente gli Stati Uniti, vista la posizione contraddittoria su questo tema.

Le maggiori sfide dirette per la Giordania in questo momento sono le conseguenze degli sviluppi in Siria e la possibile escalation delle violenze in Cisgiordania a seguito dell'evoluzione delle crisi o del progresso di un piano di pace che non tenga conto degli interessi della Giordania. Questi due sviluppi potrebbero avere un impatto negativo diretto sulla Giordania.

Il ritorno del "Nuovo Qaeda"

Domenica, 24 Dicembre 2017 22:48 Published in Medio Oriente

Secondo diversi rapporti di sicurezza, la popolarità di Hamza Bin Laden, figlio di Osama Bin Laden, è in aumento e alcuni rapporti suggeriscono che tra i seguaci di Al Qaeda, è in realtà più popolare di Al Zawahiri.

La graduale caduta dell'ISIS in Siria e in Iraq rischia di provocare la crescita di altri gruppi nella scena terroristica. Stiamo già iniziando a vedere l'apparizione di una nuova generazione di Al Qaeda. L'ISIS ha aumentato la brutalità e la portata globale del movimento jihadista, quindi qualsiasi gruppo che entri nei suoi panni probabilmente aumenterà su entrambi i fattori suggerendo che dovremmo aspettarci attacchi devastanti in grandi città in Europa e negli Stati Uniti quando nuovi gruppi entreranno nel vuoto lasciato dall'ISIS - probabilmente usa tattiche simili a quelle dell'ISIS, come gli attacchi di lupo solitario.

Relazioni estere della Giordania

Lunedì, 01 Gennaio 2018 22:40 Published in Medio Oriente

Nelle ultime settimane, in Giordania sono stati fatti molti commenti sull'importanza di adottare un nuovo approccio alle relazioni bilaterali giordane. Strategicamente, è imperativo che la Giordania continui a diversificare le sue opzioni, ma ciò deve essere fatto con un piano e un'idea chiari piuttosto che con cliché e propaganda.

Le dinamiche politiche globali si sono spostate, in particolare rispetto al Medio Oriente. Dalla crisi siriana al primo doppio veto del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite cinese e russo nel 2012, il terreno si sta spostando sotto di noi da alcuni anni. Dobbiamo ricostruire le nostre relazioni bilaterali sulla base di questi cambiamenti e dei potenziali cambiamenti nei prossimi anni.

FaLang translation system by Faboba

Copyright CEOS 2012 - 2015. All rights reserved.

Top Desktop version